Ki Shin Tai Dojo  Budo Yoseikan M° Shoji Sugiyama M° Keiichi Sugiyama M° Mochizuki
@KiShinTai Contatti  Link  M° Kano M° Ueshiba




Ueshiba E Mochizuki (1951)

**************************************

Minoru Mochizuki Sensei 
Decimo     Dan     Aikido, Meijin, grado Kokusai Budo Inn
riconosciuto dalla famiglia Ueshiba

Nono         Dan     Nihon Ju Jutsu
Ottavo       Dan     Judo Kokusai Budo Inn
Settimo      Dan     Judo Kodokan
Ottavo       Dan     Hanshi di Tenshin Shoden Katori Shinto Ryu
Settimo     Dan     Iaido, Kyoshi, Zen Nihon Iaido Renmei
Quinto      Dan     Kendo Zen Nihon Kendo Renmei
Quinto      Dan     Shindo Muso Ryu Jo Jutsu
           
Inoltre ha ricevuto i seguenti diplomi tradizionali:
da Morihei Ueshiba
Menkyo Kaiden e i due rotoli di Okuden
“Goshinyo no Te” e “ Hiden ogi no Koto”.

da Sanjuro Oshima, Soke di Gyokushin Ryu
“Shoden Kirigami Mokuroku”
Mochizuki Minoru

nasce il 7 Aprile 1907 a Shizuoka

Iniziò Judo con il maestro Takebe, proseguì i suoi studi con Sanpo Toku, detto "il demone del Kodokan" e contemporaneamente praticò il Ju Jutsu dello stile Gyokushin Ryu e Kendo.

Nel 1925 s’iscrisse al Kodokan e divenne allievo dei Maestri Kyuzo MIFUNE (X dan di Judo) e Jigoro KANO, fondatore del Kodokan JUDO che ne fece uno dei suoi più brillanti assistenti e ricercatori.

Per iniziativa di Kano, Minoru Mochizuki studiò il Katori Shinto Ryu (scherma classica giapponese), lo Shindo Muso Ryu (scherma con il bastone JO).

In seguito fù inviato, sempre da Kano, presso il Maestro Morihei Ueshiba fondatore dell’Aikido; Mochizuki rimase affascinato dall’incredibile tecnica e dalla personalità di questo Maestro presso il quale restò per numerosi anni diventandone uno dei primi e più stimati studenti, tanto che il Maestro avrebbe voluto adottarlo come successore.

Minoru Mochizuki ricorda Jigoro Kano come grande Maestro di tecnica e di vita, educatore attento e sensibile, uomo alla ricerca di un sistema in grado di dare agli altri uomini, attraverso le virtù marziali, salute, equilibrio, serenità, solidarietà e saggezza.

Kano lo reclutò in un suo gruppo d’élite, il Kobudo Kenkyukai, un’organizzazione interna al Kodokan composta da persone scelte dal fondatore stesso, con il fine di studiare le Arti Marziali Classiche, preservarle e trasmetterne i principi migliori all’interno del Judo stesso.

Nel 1931 Minoru Mochizuki fondò a Shizuoka il suo dojo, il "BUDO YOSEIKAN"ossia:
il luogo dove si insegna la rettitudine e l'onestà dell'antica via del Guerriero
Insegnò qui tutte le varie discipline che aveva imparato con la sua grande capacità.

Impegnato parimenti nella vita politica, nel 1939 fu inviato come Vice-Prefetto a presiedere in Mongolia una provincia occupata nel Manciu-Kuo, qui si avvicinò alle Arti Marziali cinesi.

Nel 1936 nacque il primogenito Hiroo che in Cina, a sette anni, iniziò le Arti Marziali con il Kendo, sotto la guida paterna, nel giardino della residenza.

Nel 1947 la famiglia Mochizuki tornò in Giappone dove Minoru ricostruì il dojo, già bombardato durante il conflitto, e riprese la sua attività di maestro.

Nel 1951 fece parte di una delegazione culturale del Giappone invitata ad una manifestazione dell’Unesco a Ginevra.
Per un contrattempo fu costretto a rimanere in Europa, dove diede lezioni e dimostrazioni di Judo, Aikido e Bujutsu. La sua opera proseguì negli anni a venire, soprattutto in Francia, grazie anche al trasferimento del figlio Hiroo in questa nazione, dove lo stesso promuoverà, oltre che le Arti Marziali paterne, anche il Karate, e in seguito fonderà lo Yoseikan Budo.


La scuola di Mochizuki si espande in vari paesi, come il Canada, gli Stati Uniti, l’Australia. A lui ricorsero campioni affermati per migliorare la loro tecnica.

Ogni giorno, nonostante l’avanzare dell’età rimase nel suo Dojo ad insegnare l’eredità sua e dei suoi Maestri, anno dopo anno.

I grandi onori e i gradi ricevuti lo resero una autentica enciclopedia del sapere marziale.


La sua scuola insegna in modo tradizionale Judo, Aikido, Ju Jutsu e la scherma con la Spada e le altre armi classiche. Ma l’idea trasmessa dal Maestro Minoru Mochizuki è che un buon artista marziale, un buon combattente, completo, deve imparare più di una disciplina per poter padroneggiare ogni tempo, ogni situazione, ogni distanza.

Prostrato dalla malattia, si ritira progressivamente dal mondo, fino a spegnersi il 30 Maggio 2003 in Francia ad Aix-en-Provence.